Selezione lingua - Language selection
Logo Alcolgym
AlcolGym: organizzazione eventi e promozione dello sport Braccio di Ferro Popeye
AlcolGym - Versione italiana AlcolGym - Versione italiana
 
 
AlcolGym Staff

AlcolGym Staff

Eccoci qua, noi siamo l'AlcolGym!

Un gruppo di amici appassionati di sport e vino, strettamente legati al territorio delle Langhe, che spesso e volentieri si riunisce per organizzare eventi e manifestazioni.
AlcolGym non sarebbe AlcolGym senza il supporto e l'amicizia di: Frin, Romina, Cinzia, Roberta, Nick, Elena, Diego, Chiara, Frank e il Grassi, Enrica e tutti quelli che ci supportano e sopportano durante l'anno. Le foto sono di Francesco Rava ©2014

Cesco

Se l'Alcolgym fosse un profumo, Cesco ne sarebbe sicuramente l'essenza. Annata 1979, poca voglia di studiare ma con una innata sete e voglia di sudare; nel 2002 fonda (per metà) l'Alcolgym di cui ne è, da sempre, il Presidente. Sceso a valle dalle colline di Barbaresco diversi anni or sono, ha esportato ed infuso la filosofia Alcolgym ai giovani albesi, diventando in poco tempo l'icona vivente dell'essere costretto a fare attività fisica sei giorni a settimana per smaltirne uno solo. Triathlon, corsa, nuoto, bici e bicipiti sono solo alcuni degli sport praticati dal nostro Capitano che, nonostante l'approssimarsi della senilità, è ancora in splendida forma!
Tra gli hobbies principali come non citare la passione/lavoro per il web, la fotografia (con successi alterni, nonostante l'attrezzatura), Valentino Rossi e la camporella in Langa, non con Valentino però.
C'è solo un Capitano! (Findus)

Chiara

La "biondezza" di questa ragazza non deve ingannare...
Mente eccelsa, laureatasi a pieni voti, accantona l'economia e segue la sua grande passione: comunicare il cibo e il vino.
Ben presto si innamora del progetto AlcolGym e entra a farne parte, gettando cuore e occhiali oltre l'ostacolo.
Porta a termine una mezza maratona ma decide che il pilates è la disciplina che l'avvicina maggiormente al Nirvana alcolico del sabato sera.
Amante del "bere bene" apre le bottiglie con la disinvoltura con cui Marquez impenna l'Honda.
Ma il suo Energy Drink si chiama Alta Langa DOCG!
Chiara è una donna... a tutto gas!

Ettore

E' l'ultimo arrivato nella squadra Alcolgym: giovane, fresco e con la faccia da bravo ragazzo. Va ancora a scuola, ovviamente quella Enologica, con ottimi risultati in campo pratico, meno in quelli teorici.
Anti-calcio, mountain bike in blue jeans ma col paradenti, snowboard freestyle sono alcuni sport praticati dal nostro giovane talento, ai quali occorre aggiungere la new entry, specialità di casa Alcolgym: la panca.
E' per mezzo di questa disciplina che, nonostante l'ancora totale mancanza di barba, Ettore vuole dimostrare tutta la sua prestanza atletica a Chiara, il suo amore segreto.

Gnappy

Il nostro stratega, nascosto dietro al suo pc, fa decollare shuttle sorseggiando Amaro Braulio. Amante del buon vino e della cucina piemontese, si diletta ad invitare gli amici a cena mandandoli a casa a carponi.
Ha studiato informatica ad alti livelli (CePU), ma invece di incendiare processori decide di raffreddare i vini costruendo refrigeratori.
MotoGp e F1 sono le sue passioni, anche se alla fine preferisce derapare con l'Alfa tra le strade di Langa.
Il suo sport preferito si chiama Gran Turismo, ma attenzione... niente joypad, l'Archimede Pitagorico di Tre Stelle si è costruito un play seat da far impallidire il simulatore di Maranello.
Concretezza e precisione sono le sue grandi doti, non pervenute dalle ore 18 del venerdì alle ore 7,30 del lunedì mattina.

Il Maestro

Tutta la filosofia Alcolgym nasce anche dall'intuizione di una mente illuminata, una entità superiore completamente dedicata a perseguire un unico obiettivo: Sport & Wine. Il Maestro è la guida che nelle serate difficili ci indica la via, colui che ci ha insegnato a conoscere il vino, a berlo per apprezzarne a fondo gli aromi ed i sapori. Sommelier (carica conseguita ad honorem) freestyler conosciuto in tutto il mondo, è il fondatore dello sgorgamento del vino dalla bottiglia in bicchiere o direttamente presso il luogo di destinazione finale. Negli anni questa disciplina si è affinata in varie evoluzioni, la cui più famosa è sicuramente l' "Ignition".
Secondo questa disciplina il vino non deve essere versato nel bicchiere ma deve fluire naturalmente, secondo le leggi della natura, permettendo di avere aromi più puri e sensazioni più intense.
Nel corso del Bue Grasso 2013 a Carrù, Il Maestro ha affinato anche una nuova tecnica denominandola "Cleopatra", per ovvi riferimenti storici. Questa antica arte permette un assaporamento molto particolare del divino nettare, ma può essere praticato solamente con l'ausilio di più persone, con innalzata gioia delle lavanderie. Il Maestro lo potrete trovare spesso a tavola con noi ma, per cortesia, spegnete le fotocamere dei vostri smartphones!

Grong

Eletto "Sindaco" dal gran consiglio dell'Alcolgym, il nostro Grong si è sempre distinto per assomigliare poco ad un politico, ma molto ad uno sceriffo.
Un pò Chuck Norris, un po' Magnum P.I., con una lieve speziatura di Ivan Bogdanov, nasconde, sotto quella scorza da bisturn e misterioso duro anni '80, un atteggiamento parecchio disinibito e socievole in condizioni di alto tenore alcolico.
Sportivo vecchia maniera, cappello da cowboy sempre in testa, passa con disinvoltura dall'osservare gli altri giocare a basket, alla balestra e alla panca piana, transitando per l'Oktoberfest, ma senza tralasciare mai le sue due grandi passioni: le Lucky Strike e i baffi.
Ah...il Sindaco dell'Alcolgym è quell'autorità con cui non vorresti mai avere a che fare.

Maurio

Era il lontano 1981 quando il dottore esclamò "hey quello è un pisellino!".
I capelli erano ancora corti ma il nostro Maurio era già al centro dell'attenzione delle donne, ed è bastato il tempo a renderlo quel famoso latin-lover ancora oggi ricercato dai principali cornuti dell'albese e dell'alta Langa.
Re del trasformismo per necessità, è passato dalla pancia piatta ed il capello corto e ingellato della fine degli anni '90, ad un pronunciato gonfiore addominale ed al capello lungo e fluente, che gli è valso il soprannome di Gesù.
Ora, grazie a sua moglie Monica, la metamorfosi pare compiuta anche se il principale passatempo del nostro Mauro/Mario/Jesus è rimasto lo stesso: fare figli.

Monica

Se "Una mamma per amica" fosse stato girato in Italia, Monica ne sarebbe stata la protagonista. Moglie premurosa è riuscita a strappare Maurio dalle grinfie delle muse di Langa, riportandolo alla quiete domestica.
Mamma di 2 splendidi bimbi di colpo ne adotta altri 9 ben più assetati... ma non di latte...
Decisa e premurosa come il guardiano del faro, veglia sugli AlcolPeople arrivando al momento giusto con il consiglio perfetto per rimettere le ruote in carreggiata.
Monica firmaci la delibera, Mario+ deve tornare a ballare con noi!

Paolo

Conosciuto con diversi soprannomi in funzione del contesto in cui si trova, Pol/Paolini/Strega/Fenic2 giusto per citarne alcuni, il nostro Paolo è un uomo dalle mille passioni. Dalla meccanica alla tecnologia e passando per i cocktails, è stato elevato allo status di Jolly grazie alla sua straordinaria capacità di costruire, riparare ed inventare qualsiasi cosa sia assolutamente futile all'Alcolgym!
Le grandi mani da meccanico e la fine testa da ingegnere perdono però la concezione dell'ordine nel momento in cui pronuncia la tipica frase "beviamo una birretta?". Da qui la trasformazione e, in presenza di bevande e donne di suo gradimento, come un moderno Dott. Jekyll e Mr. Hyde, diventa un camaleontico e sinuoso animale da bancone.
Nonostante sia un uomo di scienza, sovente decide di intraprendere viaggi spirituali nei luoghi di culto del buon bere nella veste di discepolo del Maestro!

Peskina

Se Mila Hatsuki si potesse reincarnare sarebbe sicuramente Pesca (avete letto bene, porta il nome di un frutto peloso!). Amante della pallavolo e del Presidente, nella vita taglia... capelli! Dalle sue mani nascono gli scalpi bizzarri degli AlcolPeople, roba da far impallidire Balotelli.
Bella e solare la nostra Peskina all'aperitivo trasforma il vino in acqua con la facilità di una schiacciata a rete.
E' stata la prima donna a far parte dell'AlcolGym e s(o)upporta il nostro movimento dal lontano 2002, quando ancora all'anagrafe si chiamava Francesca.
Ultima passione per la nostra campionessa è un coniglietto senza palle, chiamato Willy, roba da far rabbrividire Taddeo il cacciatore.

Piero

Piero è il glorioso capitano della nostra squadra di calcio a 5, nonché Masterchef dell'Alcolgym. Direttamente da Barolo-Barolo fin dalla tenera età si è contraddistinto per le sue spiccate doti culinarie e le vivaci varianti, di cui la più famosa: il lancio della testina!
Navigato calciatore, riversa tutta la sua grinta dentro il campo sintetico dove è l'assoluto incubo delle squadre avversarie e, soprattutto, degli arbitri che stranamente hanno vedute di gioco differenti rispetto al nostro, spesso frainteso, capitano.
Anche al di fuori del campo il nostro Piero è una persona che, tra un "dioffà" e l'altro, non le manda a dire, soprattutto se nel frattempo si è ciucciato un paio di Gin-Tonic: la sua bevanda preferita!

Teto

Quando il solo Barbaresco non bastava più per l'Alcolgym, la necessità ci ha spinti a Barolo; però non in una cantina ma dal panatè! Di certo non uno qualsiasi, bensì dall'unico panatè laureato di questo emisfero.. Faccia da bravo ragazzo, serio professionista (esporta i suoi famosi grissini in tutto il mondo!) sono una maschera insuperabile per chi non lo conosce bene.
L'unico modo di scoprirne la sua vera natura è portarlo a fare un aperitivo dove, apparentemente incolmabile, tende a perdere lucidità nella parlata dopo qualche ora di sollevamento bicchieri. L'appoggio al bancone non è comunque l'unico sport praticato; sciatore e calciatore di buoni propositi per 15 minuti a stagione, non vuole riconoscere che l'unico sport che gli è rimasto è guardare il Milan alla tv o allo stadio, ma solo quando Cinzia lo porta.

 
    ALCOLGYM è un marchio A-GYM A.S.D. - alcolgym@alcolgym.com - All rights reserved © 2002-2017 - Hosted by Blulab